COME TROVARE IL COSTUME IDEALE

La fatidica prova costume si ripresenta ogni anno rischiando di mandarci in crisi.

Sono già stata al mare e posso assicurarvi che il peggio lo si vive nei primissimi giorni con il color mozzarella che sembra attirare l’attenzione su ogni rotolino e ci distingue dal popolo abbronzato che affolla la spiaggia.

Per fortuna con un velo di colore e un po`di coraggio le cose si fanno più semplici.

Un buon trucco è cercare di camminare con la schiena ben diritta, oltre a farci bene ci farà sembrare più alte (ed ho l’impressione che questa postura venga recepita dagli altri come una forma di sicurezza del tipo: io sono così, se non ti piaccio nessuno ti obbliga a guardarmi)!!!!!

Quest’anno prima di partire ho riprovato i costumi della scorso estate e..udite udite.. i reggiseni non mi andavano più. Ho passato i primi giorni di vacanza strizzata come un’acciuga finchè mi sono arresa a prenderne uno nuovo.

La ricerca e la conseguente prova in camerino sono quelle cose che vorremmo evitare con tutto il cuore. Sono stata fortunata perchè entrando in un negozio Lovable ho trovato una commessa gentile e non anoressica che ha capito il mio bisogno di aiuto. Sono uscita con il mio bikini fatto in un materiale morbidissimo e che conteneva (in una coppa D) il mio bistrattato seno ancora memore della seconda di qualche anno fa… per la cronaca è quello in copertina….

Se anche voi siete nella larga percentuale che trova sempre qualche difetto da nascondere, cercando consigli qua e la, ho trovato alcuni suggerimenti che vi passo.

IL COSTUME INTERO

box6.jpg costumi lovable
http://www.lovable.it/donna/collezione-mare/

Contrariamente a quanto si possa pensare non sempre è la miglior scelta, otticamente richiama l’attenzione su una parte maggiore del corpo ed inoltre rischia di invecchiare. il vantaggio è che ne esistono di modelli shaping che contengono (anche se io li trovo scomodissimi).

Meglio sceglierlo con delle fantasie (piccole se siamo abbondanti e più vistose se non abbiamo problemi di taglia) o colorato.

Se drappeggiato può camuffare la pancetta (cruccio della morfologia a  mela).

Per chi ha molto seno ( triangolo rovesciato) il modello ideale sarà con le coppe preformate e le spalline larghe, in questo caso si può puntare su un’ampia scollatura verticale che attirerà l’attenzione sul seno..

Per la morfologia triangolo meglio il modello con coppe imbottite e leggermente sgambato.

TRIKINI

È una versione più moderna del costume intero e può mettere in valore un corpo proporzionato. Praticamente lo slip ed il reggiseno sono uniti da da una striscia di tessuto più o meno largo nella parte centrale che lascia  libera la parte laterale ed il dietro.

Adatto ad una morfologia a rettangolo in quanto ridisegna la silhouette facendo sembrare la vita più marcata.

Anche le clessidra ed i triangolo se non hanno la pancetta lo possono tranquillamente adottare.

Non sono molto adatti alle morfologie a mela ed a triangolo rovesciato.

Per tutte non sono l’ideale se si desidera un’abbronzatura uniforme.

TANKINI

Costituito da un top (tank) con la parte bassa leggermente svasata ed uno slip. Adatto a mimetizzare qualche chilo di troppo situato nella zona pancia (mela o triangolo rovesciato) a differenza del costume intero che rimane un unico pezzo e quindi più aderente il tankini è più ampio e non segna.

BIKINI

Deve il suo nome all’omonimo atollo dove vennero compiuti i primi esperimenti atomici.

Ce ne sono per tutti i gusti e per ogni tipologia e quasi sempre si possono comporre a piacimento, scegliendo la taglia ed il modello anche separatamente.

Il reggiseno a fascia normalmente non da un gran sostegno, è quindi sconsogliato a chi ha un seno abbondante. ( mela e triangolo rovesciato clessidra ) mentre funziona con le morfologie a rettangolo e triangolo.

Il reggiseno a triangolo da il meglio di se su un seno sodo o non troppo abbondante (triangolorettangolo ed eventualmente clessidra).

Il push up come dice il nome “tira su” e se più o meno imbottito aumenta il volume di conseguenza chi ha già troppo seno dovrebbe evitarlo.

il reggiseno con ferretto ricalca il modello del reggiseno tradizionale e avendo le spalline evita di spostare tutto il  peso del “malloppo” solo sul collo (e chi ha un seno prosperoso capirà di cosa sto parlando).. È un modello che sta bene a tutte.

La vela copre e sostiene un seno medio.


Lo slip alto se si hanno fianchi generosi non sempre aiuta, serve di più a chi ha un po`di pancetta a patto che sia drappeggiato.

A volte i laccetti laterali sono utili per adeguare l’ampiezza ed evitare l’effetto salsicciotto.

Gli slip alla brasiliana enfatizzano un bel lato “B” ma se la cellulite ed i rotolini sono il nostro cruccio meglio evitarli.

L’ultimo consiglio è: godetevi l’estate, la spiaggia ed il sole, sono sicura che ogni difettuccio passi inosservato davanti ad un sorriso aperto e spensierato!!! L’importante è valorizzare quanto di meglio abbiamo!!!

BUONE VACANZE!!!!!

1 Comment

  1. Pingback: Costumi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...