COLLEZIONE SOMMAR 2019 DA IKEA

Sommar in svedese significa estate e mi rendo conto di essere un po’ in anticipo ma di colori ne abbiamo bisogno tutto l’anno, soprattutto in questa primavera grigia che non si decide a mostrare il suo lato luminoso.

Continua a leggere “COLLEZIONE SOMMAR 2019 DA IKEA”

CAESAR SALAD

Non sono una food blogger e nemmeno una cuoca provetta ma cerco di soddisfare il palato dei miei tre uomini e questa ricetta è una delle preferite del “piccolo di casa”.

Per un anno intero, visto gli impegni scolastici del maggiore e le esigenze lavorative di mio marito, io e Simone pranzavamo insieme e spesso cucinavo la Caesar Salad.

Ora è lui che non può tornare a casa a pranzo e visto che il “grande” non apprezza questo tipo di ricetta, non ho più molte occasioni per prepararla. Mi mancano quei momenti fatti di piccole abitudini condivise, uno spazio tutto nostro dove cercavo di preparare i suoi menu preferiti,

Stasera però, complice l’assenza di Mattia, ce la siamo gustata ed ho pensato di fare qualche foto e condividerla con voi.

Tengo a precisare che questa è la mia versione personale, stasera ho “sfamato” tre persone con una confezione di filetti di pollo ma se siete in quattro è meglio acquistarne due.

INGREDIENTI:

  • 6 filettini di pollo .ca
  • Pain carré
  • Dadini di pancetta (o pancetta a fette)
  • Pomodori
  • Insalata verde (qui ho utilizzato il formentino)
  • Parmigiano
  • Un cucchiaio di farina
  • Sale
  • Aglio in polvere
  • Olio evo

PROCEDIMENTO:

Dopo averla fatta diverse volte mi sono organizzata in modo abbastanza diligente.

Visto che il pollo è un alimento che può venire contaminato da batteri, è molto importante evitare che entri a contatto con gli altri ingredienti prima che sia cotto a puntino e lavare subito gli utensili e le mani. Forse sarò un po’ fissata ma preferisco non rischiare ed è per questo che seguo una routine scrupolosa.

  1. Preparo i crostini ricavando dei dadini dal pain carré, li passo in pentola con un filo d’olio, un pizzico di sale e dell’aglio in polvere, dopodiché li trasferisco in una ciotola.
  2. Pulisco la padella con carta da cucina e la riutilizzo per friggere la pancetta. Quando è croccante la metto in una ciotola foderata di carta da cucina in modo che vengano assorbiti più grassi possibili.
  3. Stesso procedimento per la pulizia della pentola (in questo modo ne sporco solo una ;😉 )aggiungo un filo di olio e cuocio i filettini di pollo, che ho precedentemente tagliato a listelle, passato nella farina e salato.
  4. Taglio i pomodori a fettine sottili mettendoli sul piatto di portata creando un bordo ed al loro interno l’insalata.
  5. Aggiungo poi nell’ordine: i crostini, la pancetta, il pollo e del parmigiano tagliato a scaglie.

Non condisco mai la Caesar in anticipo ma preparo una specie di salsa francese che ognuno può aggiungere a piacere.

La mia salsa francese:

In un vasetto di vetro metto una mezza quantità di senape e il suo doppio di mayonnaise, aggiungo sale e una miscela per insalate ( da anni uso i prodotti di Oswald sia per il brodo vegetale che per le miscele, li trovo ottimi sia di gusto sia per il fatto che non contengono troppi grassi e sale), procedo poi con l’aceto ed a questo punto chiudo il vasetto con il suo tappo e “shakero” il tutto. Per ultimo metto l’olio in doppia quantità rispetto all’aceto e “shakero” nuovamente.

Buon appetito e buon fine settimana ❤️

Avete mai provato questa insalata? La fate anche voi? Assomiglia alla mia versione o è molto diversa?

TORTA DI PANE TICINESE 

La torta di pane è un dolce tipico del Ticino e delle valli Mesolcina e Calanca ( Moesa) che appartengono al grigioni italiano, è presente anche in lombardia nella zona compresa tra la provincia a nord di Milano e il lago di Lecco-Como.

Mia nonna la preparava sempre per la festa del patrono ma non non mi piaceva molto, la sua versione era bassa, un po’ asciutta e con l’uvetta bruciacchiata . Qualche anno fa la mia amica Veronica mi ha fatto assaggiare la sua e da lì mi sono ricreduta! Questo articolo lo dedico a lei, per la sua amicizia ed il sostegno continuo che mi da! GRAZIE ❤

Ai tempi la torta di pane si preparava per riciclare i resti di pane ed era una ricetta povera, la versione che vi propongo invece ha delle aggiunte che la rendono ricca.. piuttosto ricca per la verità e pure calorica, quindi se siete a dieta fate attenzione.

 


Canton Ticino da Wikipedia:

https://goo.gl/images/gzxib0

Ho messo le due cartine per spiegarvi dove si trova la regione italofona della Svizzera. Io sono originaria del Canton Grigioni e più precisamente dalla Valle Mesolcina ma vivo in Ticino.

 

TORTA DI PANE DI VERONICA




INGREDIENTI:

  • 500gr. Pane raffermo o secco
  • 1 placca di cioccolato (100gr.)
  • 4 cucchiai da minestra di cacao
  • 100 gr. Amaretti
  • Zucchero vanigliato (1 bustina)
  • Latte qb
  • 1 sacchetto o di frutta secca
  • 1 confezione di canditi
  • Pinoli
  • Succo di limone
  • * Grappa o Maraschino (facoltativo)


PROCEDIMENTO:

Mettete il pane tagliato a pezzetti in una casseruola ed aggiungete il latte fino a ricoprirlo.

Cuocete a bassa temperatura finché il pane risulta morbido, aggiungete gli amaretti sbriciolati, la placca di cioccolato, il cacao un po’ di succo di limone e se volete qualche goccia di grappa (io ho usato un liquore allo zenzero).

Lasciate cuocere finché il cioccolato si scioglie.

Togliete la casseruola dal fuoco e con un frullatore a immersione riducete il tutto ad una crema. (se preferite potete semplicemente usare una forchetta, il risultato sarà meno omogeneo).

Aggiungete i canditi e la frutta secca ( io uso quella contenente uvette, noci, nocciole e mandorle).

Trasferite l’impasto in una pirofila foderata da carta forno e guarnite la superficie con i pinoli.


COTTURA:

Nel forno preriscaldato a 180 gradi per 1 ora – 1 ora e 1/2 in base all’altezza della torta.

Dopo questo lasso di tempo è importante lasciare la torta nel forno spento per una notte intera.

Ecco il risultato…

IMG_2718.JPG

Non mi resta che augurarvi BUON APPETITO!!!

 

IMG_2720

 

Sperando vi sia piaciuta la ricetta vi mando un grande abbraccio.

Oltre alla mia amica Veronica una dedica speciale a MARZIA e a GISELLA a cui avevo promesso la ricetta.

 

Tiziana ❤

SAN VALENTINO

Addio freddo gennaio e benvenuto febbraio, coi colori vivaci del carnevale, le giornate che si allungano ed il romanticismo di San Valentino.

So che molte persone la trovano un’usanza inutile e consumistica, non si deve di certo aspettare questo giorno per rendersi conto delle persone a cui si vuole bene ma, come tutte le feste, a volte serve una data per farci riflettere.

Chi non è in coppia sicuramente avrà un amico o un familiare a cui dimostrare il proprio affetto ma se non ritenete opportuno coinvolgere altre persone potete sempre farvi un piccolo regalo: una colazione più abbondante e sfiziosa del solito, un menu inconsueto, un bagno profumato e se proprio vorrete esagerare qualche piccolo cuore sparso qua e là..

Mi sono divertita a creare delle composizioni, cimentandomi nelle scritte con pennarello bianco su cartoncino rosa e cambiando le luci con l’aiuto di alcune app. per l’occasione ho aggiunto un pompon che avevo fatto QUI e dei cuoricini di zucchero colorati in tinta.

La cosa più originale che ho fatto per San Valentino è stato attaccare ad un nastro rosso tanti cuori di cioccolato quanti erano gli anni passati insieme e su ciascuno mettere un etichetta con scritto l’anno, per la cronaca questo è il ventottesimo che festeggiamo insieme e ormai mio marito è abituato ad avere una moglie che lo stupisce con qualche follia..

love-diy-garland-valentine-pug

http://homemydesign.com/2016/20-most-cutest-valentines-day-dogs/

Eccovi alcune idee simpatiche per un San Valentino da ricordare….

Se siete appassionati viaggiatori eccovi un elenco dei  “TI AMO”  in tutte le lingue del mondo, nessuno vi troverà impreparati… che so…magari vi trovate in un Pub irandese e tra una birra e l’altra conoscete un’afffascinante pel di carota a cui vorrete dichiarare il vostro amore.

san-valentino

http://www.huffingtonpost.com/2015/02/13/how-to-say-i-love-you_n_6652608.html

È sempre utile aveere qualche freccia nel proprio arco per trasformarsi in un Cupido pronto a colpire…

9935976c3badaad1ba48e746ce5b7247

via pinterest https://s-media-cache-ak0.pinimg.cohttps://i2.wp.com/time2lifestyle.files.wordpress.com/2017/01/16290941170_99bcf4e669_o.jpg?ssl=1&w=450m/originals/b7/96/34/b79634547680332277916318c15ad194.jpg

16290941170_99bcf4e669_o

http://thehomesihavemade.com/2015/02/pencil-arrow-valentines/?spref=pi

Per appassionati fotografi alcune romantiche idee per degli scatti perfetti.

engagement-session-ideas-heart-confetti

http://bellethemagazine.com/2014/02/i-heart-these-engagement-session-ideas.html

b79634547680332277916318c15ad194

Via Pinterest https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/originals/b7/96/34/b79634547680332277916318c15ad194.jpg

cool-camera-shape-heart

http://www.craftionary.net/valentines-day-photo-ideas-kids-family/

Visto che gli uomini si prendono per la gola (non solo loro) ho cercato delle ricette facili e veloci.

ombre-strawberries-7

http://www.eatyourselfskinny.com/yogurt-dipped-ombre-strawberries-2/#_a5y_p=5018575

http://blupla.com/easy-valentines-day-treats-to-make/

https://diyprojects.com/valentines-day-treats/amp/

img_6556-copy-e1421817705342

http://www.iheartnaptime.net/heart-pop-recipe-and-printable/

mrft

http://www.allrecipecenter.com/2014/02/how-to-make-valentines-day-heart-shaped.html

Sentite la nostalgia dell’albero di Natale e non volete aspettare fino a Pasqua? Questi rami decorati con fili rossi e rosa da cui pendono cuori di cartoncino rosso faranno al caso vostro.

sandytoesandpopsicles.com

Un’idea carina è quella di ritagliare dei cuori ed attaccarli con la colla a caldo alle cannucce, mi raccomando la colla mettetela sul cuore e non direttamente sulla cannuccia che rischierebbe di fondersi.

Io mi fermo qui, le decorazioni sono pronte, un piccolo pensiero l’ho già comprato e coglierò l’occasione per farmi invitare a cena dal mio maritino, possibilmente durante il week end successivo in modo da non trovare troppa gente in giro..

Voi festeggiate questa ricorrenza? Sperando di avervi dato qualche spunto o almeno di avervi strappato un sorriso vi auguro buoni preparativi ed un romantico San Valentino.

Le immagini sono state create da me salvo dove specificato 😉

❤ Tiziana

INVITI PER LE FESTE

In alto potete vedere dei set che ho preparato in Polyvore, sono alcune idee per la tavola che a me piacciono molto.
Vi confesso una cosa: dopo tutti gli articoli ed i set riguardanti le decorazioni festive non ho ancora fatto l’albero di Natale!!!
SHHHH!!! Gravissimo!!!
Per fortuna chi mi segue da un po’ questo già lo sa: io predico bene e razzolo male.
Virtualmente vi apro le porte di casa mia spiegandovi come si svolgono le cose:
festeggiamo la vigilia a casa ed il giorno di Natale al ristorante invitati dai miei suoceri.
Passo il pomeriggio a preapare gli stuzzichini per l’aperitivo, sono la mia passione e non devono mai mancare.Per l’occasione ceniamo in sala riesumando il “servizio buono” e la tovaglia bianca con inserti in pizzo, qua e là candele per riscaldare l’atmosfera. Spesso tra cucina e apparecchiatura non mi rimane il tempo di cambiarmi e finisce che proseguo la serata così come sono ..In tuta! Capita che mentre sto riordinando la cucina, di là in sala abbiano già razziato le tartine pazientemente preparate, così mi devo accontentare dei rimasugli…
Brindo con un crodino trangugiato in fretta e comincio a preparare il piatto forte. la fondue chinoise.
Metto a bollire il brodo, inforno le patatine e preaparo il riso. Quando tutto è pronto porto in tavola la carne ed il chaquelon dove sobbollirà il brodo, aggiungo le salse ed i contorni e…finalmente mi siedo!
Vorrei ringraziare pubblicamente chi ha inventato questa benedetta fondue, sono sicura che uno stuolo di casalinghe grate vorrebbero erigergli un monumento!!!
sk12-36-a-jpg-485x400_q85_crop_upscale
Questo piatto in pratica si prepara da sè, ognuno prende la carne, la avvolge sull’apposita forchetta e la tuffa nel brodo facendola cuocere finchè lo ritiene opportuno.
Normalmente sarebbe sufficiente una fetta alla volta ma i miei ragazzi fanno dei “boli” pazzeschi con due o tre fette per far prima.
Concludiamo la cena con un sorbetto ed un caffè..
Questo è più o meno il copione che ogni anno si ripropone da noi, e voi? avete un piatto tipico? invitate tutta la famiglia? festeggiate la vigilia, il giorno di Natale o entrambi?
lo so sono curiosa ma mi farebbe piacere sapere quali sono le vostre abitudini.
Nel frattempo vi saluto augurandovi un buon weekend.
❤ Tiziana

LINEA GILTIG DA IKEA

201632_thle01a_01_PH131923
Se riesce a catturare gli sguardi, un solo oggetto può trasformare una stanza. Con questo obiettivo in mente, IKEA e Katie Eary hanno trasferito le visionarie creazioni della stilista londinese su piatti, vassoi e copripiumini. Il risultato è GILTIG, una collezione composta da tessili, articoli per la casa e per la tavola, perfetti per organizzare un folle party e sorprendere gli amici con fantasie sgargianti e inaspettate.
GILTIG sarà in vendita solo per poche settimane in primavera. Ti invitiamo a partecipare a una festa di colori!
Siete alla ricerca di qualcosa di colorato e divertente per la vostra casa?
Io sono già passata da IKEA con la mia bella lista tornando a casa con:
una tovaglia “stampa pesce”, sottobicchieri inquietanti con “occhi” abbbinati ai relativi tovaglioli ed una tazza col gatto per mia mamma (che ha molto gradito).
La linea  GILTIG in edizione limitata è un inno alla gioia, colori sgargianti e figure divertenti sono declinati in oggetti di uso comune.
Qui gatti curiosi convivono con pesci maestosi o, se preferite l’ironia,”cervelli“, “occhi” e “dentiere” dal gusto vagamente macabro.
Si va dai piatti alle tazze, passando alle tovaglie ed ai canovacci.
giltig-ciotola__0447322_PH131668_S4
Gli ambienti si arricchiscono di stampe “spaventose” con cui potrete stupire i vostri ospiti.

complete_collectiongiltig-grembiule__0409853_PE570268_S4

Le amiche  ammireranno le vostre macabre “shopping bag”.
giltig-borsa__0409857_PE570269_S4
Anche la biancheria da letto si riveste di colori
giltig_red2
 IKEA GILTIG
 Tra le molte proposte vi segnalo i “trofei” colorati Trendy di cui ho già parlato QUI ed anche QUI.
giltig-decorazione-da-parete-colori-vari__0409934_PE570256_S4
La moda incontra l’home furnishing
“Possiamo imparare molto dal modo in cui gli stilisti lavorano con colori, stampe, motivi e forme. Devono costantemente reinventare se stessi e i loro prodotti, e sono abituati ad anticipare le nuove tendenze in fatto di stili e cromie.”
Henrik Most – Creative Leader, IKEA of Sweden

 

 

201632_thle01a_07_PH132072

 

Non vi sta venendo voglia di rinnovare casa?

Se non avessi già un’infinità di suppellettili, comprerei sicuramente tutti i piatti della serie..farebbero un figurone sulla tovaglia che ho comprato!!

 

Tutte le immagini e le citazioni trovate su:

IKEA

http://www.ikea.com/ms/it_CH/ikea-collections/giltig/index.html

 

GNOCCHETTI VALCHIAVENNASCHI

Ultimamente mi manca sempre il tempo per postare nuovi articoli, così oggi ho pensato di unire l’utile al dilettevole mostrandovi quello che ho preparato per cena.

Questi gnocchetti sono un piatto tipico della Val Chiavenna, realizzati con ingredienti “poveri” e facilmente reperibili.

Io li ho un po’ modificati sia nella forma che negli ingredienti.

AVVISO IMPORTANTE sono della serie “piatto ricco mi ci ficco” e richiedono un po’ di tempo!!!

In casa mia mettono daccordo tutti e mi consentono di finire i rimasugli di formaggi dell’alpe ( che quando non sono grandi perdono interesse per il mio divoratore di prodotti caseari).

INGREDIENTI:

  • 1 panino raffermo
  • latte qb
  • 500 gr. farina
  • acqua qb
  • sale qb

inoltre:

  • Formaggio dell’alpe
  • aglio
  • salvia
  • burro
  • pepe
  • img_3093  img_3098
    Tagliate a pezzetti il pane raffermo e ricopritelo con latte lasciandolo in ammollo.

img_3099

Con una forchetta riducete il pane ammollato in poltiglia.

img_3102

img_3103

Unite il pane alla farina ed aggiungete l’acqua ed il sale ( attenzione ne serve abbastanza ).

img_3105

La ricetta darebbe 350ml. ca. di acqua ma questa dipende dal tipo di farina utilizzata, dovreste ottenere un impasto cremoso e morbido che si stacca dal mestolo.

img_3104

Mentre l’impasto “riposa” mettete a friggere in un pentolino il burro, la salvia ed alcuni spicchi di aglio. Io l’aglio lo lascio intero e lo tolgo alla fine. Per quanto riguarda il burro lo “taglio  con un po’ di olio e cerco di rimanere parca ( già mi sembra troppo metterne 50 gr.) ma normalmente dovrebbero “sguazzare nel burro”

img_3106

Tagliate a dadini il formaggio.

img_3107

Questi gnocchetti dovrebbero essere fatti con il cucchiaio, ma ho trovato che con l’aggeggio per gli spätzli il lavoro è più veloce.

img_3108

Metto una parte di impasto e facendo pressione con movimenti circolari e l’aiuto di una spatola li faccio cadere nella pentola con acqua salata ( deve sobbollire ).

img_3109

Quando vengono a galla li scolo e li adagio su una pirofola formando uno strato a cui aggiungo metà formaggio e metà burro aromatizzato, ricopro con un secondo strato e con i rimanenti ingredienti aggiungendo il pepe, rimesto e metto in forno un attimo affinché il formaggio si fonda.

img_3110

Voilà!!! Le dosi sarebbero per 4 persone ma io ne avanzo ancora almeno 2 per il giorno successivo.

IMG_1164

Per entrare nel giusto mood aggiungo alcune immagini di Chiavenna che ho scattato la scorsa estate.

CESARINO, NONNA PAPERA E PASTICCI VARI

Questa ve la devo proprio raccontare…

Stamattina ho ricevuto il tag della carissima Viola OPINIONISTA PER CASO VIOLA in cui parlava del mio micione Cesarino . Ero molto orgogliosa del suo successo e ne ho parlato con Dora Buonfino del blog Almeno tu spiegandole che proprio oggi,mentre ero fuori casa lui se ne stava  beatamente sul mio letto.

Ora di pranzo, mio figlio va in bagno e mi chiede:

– Mamma cosa è successo??? C’è un odore tremendo di fogna (parole sue).

Ho rimandato l’ispezione a dopo pranzo perché non me la sentivo di trovare l’origine del problema in fase di digestione. Ebbene il caro Cesarino ha fatto i suoi bisogni nella vasca da bagno ed è stato ancora gentile perché se fosse rimasto sul letto il disastro sarebbe stato peggiore. Lui avrà pensato:

– Devo andare in bagno e visto che non c’è nessuno in casa faccio da me.

Ma proprio oggi che ha vissuto una delle giornate più da Vip della sua vita??? Proprio oggi che l’ho elogiato??? Secondo me, così come avverte i cambiamenti di tempo, avrà capito di essere al centro dell’attenzione… Sarà stata l’emozione???

IMG_1483

Oggi pomeriggio sono uscita in giardino ed ho messo un piumino corto che ho comprato ad un prezzo conveniente… Ebbene, si è incastrata la cerniera ed ho dovuto sfilarlo rischiando di lasciarci la capigliatura. Cavoli!!!! Proprio qualche giorno fa ho parlato di piumini…

Mi piace cucinare e sperimentare nuove ricette ma preferisco stare sul salato, così quando preparo un dolce mi sento tanto come nonna Papera di cui avevo il manuale da ragazzina insieme a quelli delle giovani marmotte 1/2/3.

Found on: http://www.magiedifilo.it/forum/il-grog-dello-spiffero-manuale-di-nonna-papera-1970-t198.html
Found on:
http://www.magiedifilo.it/forum/il-grog-dello-spiffero-manuale-di-nonna-papera-1970-t198.html

Lunedì alla Lidl ho trovato degli stampi per biscotti e non me li sono lasciati scappare. Già li vedevo confezionati in modo chic così belli da sembrare comprati..

Ho iniziato fotografando gli stampi ed i vari passaggi.


  

Sono impazzita!!! Una faticaccia!!! I primi li ho messi nello stampo e poi li ho levati ed aggiustati mentre i secondi li ho infornati direttamente nello stampo cercando di togliere l’impasto in eccesso!

Risultato?? Guardate voi…
  
Alcuni sembrano chiavi storte e..quasi tutte rotte mentre gli altri (quelli cotti nello stampo) sono usciti leggermente meglio.

Probabilmente non mi farò una buona pubblicità, però non tutte le ciambelle escono col buco.. Mi sembrava giusto condividere anche la parte pasticciona di me. Ecco prima cosa ho salvato e poi i resti che sembrano ossa e fanno quasi effetto.


Strana giornata… Comunque i biscotti erano buoni e se qualcuno conoscesse qualche trucco sarei ben lieta di scoprirlo.

Miauosi saluti a tutti!!!

IMG_0109