COLLEZIONE SOMMAR 2019 DA IKEA

Sommar in svedese significa estate e mi rendo conto di essere un po’ in anticipo ma di colori ne abbiamo bisogno tutto l’anno, soprattutto in questa primavera grigia che non si decide a mostrare il suo lato luminoso.

Continua a leggere “COLLEZIONE SOMMAR 2019 DA IKEA”

MESH BOARD

Il mesh board in italiano bacheca in rete di metallo è utilizzato per appendere immagini, piccoli oggetti e memory, oltre ad essere utile, può essere una fonte d’ispirazione per la creatività.

Continua a leggere “MESH BOARD”

COLORI PASTELLO PER LA CASA DI PRIMAVERA

La primavera in realtà la stiamo ancora aspettando (almeno qui in Ticino) ma utilizzare i colori pastello tipici di questa stagione per fare qualche piccolo cambiamento nella nostra casa può far bene al morale.

Prima che Polyvore chiudesse i battenti avevo preparato qualche set su questo tema. Purtroppo non posso più sapere la provenienza degli oggetti che ho utilizzato in quanto mi sono rimaste solo le immagini senza dettagli, spero possiate “gustarveli” così, semplicemente come composizioni estetiche.





A volte basta poco per sentire la primavera: un plaid leggero, sostituire le fodere dei cuscini, una serie di piatti color pastello, dei semplici canovacci da lasciare in bella mostra, delle candele dai colori tenui…

https://www.ikea.com/ch/it/catalog/categories/departments/living_room/20528/

https://www.ikea.com/ch/it/catalog/categories/departments/living_room/10659/

https://www.ikea.com/ch/it/catalog/categories/departments/workspaces/10551/

https://www.ikea.com/ch/it/search/?query=Candele&pageNumber=1

 

https://www.ikea.com/ch/it/catalog/products/70318528/


Se proprio volete esagerare potete prendere spunto da questi ambienti con pareti colorate trovate da Ikea.

https://www.ikea.com/ch/it/ideas/201831_idip11a/


Immagini mie create in Polyvore

Complementi arredi da Ikea

Non mi resta che augurarvi un sereno e primaverile weekend.. indipendentemente dalla meteo 🙋‍♀️

acs_0012

DUE NUOVI TREND DALLA SVEZIAu

LAGOM

Se la tendenza lifestyle del 2016 era l’ HYGGE, la novità per l’anno in corso sembra essere LAGOM riferito alla filosofia di vita svedese.

La parola LAGOM non è facilmente traducibile con un unica espressione ma si può sintetizzare cosi:

Né troppo né troppo poco: quanto basta.

L’idea parte dal principio di equità: se ognuno consumasse il giusto ci sarebbe più disponibilità per gli altri.

Molto importante è l’attenzione all’ecologia con un occhio di riguardo ai consumi energetici e idrici.

Sia per l’arredamento che per l’abbigliamento meglio trasformare quanto già si possiede eliminando il superfluo in modo ecologico: è importante separare gli scarti per far si che possano venir riciclati e rimessi nuovamente in circolazione.

Reduce,re-use,recycle.

Il famoso marchio svedese Ikea ha da tempo un progetto chiamato the LIVE LAGOM PROJECT che invita i consumatori ad uno stile di vita consapevole.

Se vi interessa vi lascio il video in cui si spiega in modo semplice il termine Lagom.

Mentre HYGGE è riferito ad alcuni momenti precisi, LAGOM è uno stile di vita quotidiano volto all’equilibrio in tutti gli ambiti.

stadshem_rimage-1-1

Da: COCO LAPINE home-character/COCO LAPINE http://cocolapinedesign.com/2017/04/02/bright-

È molto importante pensare all’ecologia, liberarsi del superfluo e ridare nuova vita agli oggetti evitando così acquisti inutili.

Da sempre separiamo tutti gli scarti vegetali perchè in giardino abbiamo il compostagggio. La carta, l’alluminio, la plastica, le batterie e tutto il materiale elettrico lo portiamo al centro di raccolta. Quando esco da un locale spengo sempre la luce ed ho messo al minimo il riscaldamento del pianerottolo e della camere. Il pane lo teniamo da parte per gli asinelli di un contadino, perchè ho scoperto, che lasciarlo in giardino per i corvi serviva a nutrire le martore che per ringaziamento mi rosicchiavano i fili delle macchine.

Detto ciò ho bisogno anche di trasgredire alle regole, quando sono giù mi mangio di nascosto un pacchetto di patatine o mi compro qualcosa di dubbia utilità. Se ne ho voglia mi concedo un bagno caldo che assomiglia più a un bagno turco… Insomma non riesco proprio ad essere sempre costante, la perfezione non fa parte della mia persona.


Vi avevo accennato a due Trend svedesi, quindi passerò al secondo che trovo molto meno impegnativo.


FIKA

Ah ah! Già vi vedo con gli occhi sbarrati!!! Starete pensando che sia impazzita e che abbia dato una svolta alla mia identità sessuale vero? No tranquilli!!!

Pur ammettendo che tra i miliardi di nomi ‘sti svedesi potevano sceglierne uno che in italiano fosse meno imbarazzante, questa tendenza mi sta simpatica.

how-to-fika-sweden-212x1024@2x

Da TRAVELS OF ADAM:   https://travelsofadam.com/2016/06/sweden-travel/

Ho fatto un piccolo test annunciando <Facciamo fika?> La figlia della mia amica mi ha guardata come se fossi impazzita mentre mio marito ha fatto un sorriso compiaciuto 😁 ah ah chissà perchè?

Fika significa prendersi un caffè in un ambiente confortevole ed in buona compagnia.

Una meraviglia!!!

img_5177<

n Svezia pare sia una vera e propria istituzione e mi piacerebbe molto andarci per provarlo di persona. Adoro lo stile scandinavo, l’arredamento e l’architettura mi ispirano calma. Penso che il mio disordine cronico mi porti a desiderare di vivere in posto chiaro e senza troppi eccessi tipico di quelle latitudini.

stadshem_rimage-6-1stadshem_rimage-11stadshem_rimage-14stadshem_rimage-15< em>Da COCO LAPINE: home-character/COCO LAPINE http://cocolapinedesign.com/2017/04/02/bright-<<<<<&lt;
onvinta che molti di noi abbiano già adottato questa tendenza senza che gli svedesi ci spiegassero come metterla in atto, ma visto che se ne parla così tanto ci tenevo a spiegarvi il termine.

Non sia mai che cadiate nel tranello “occhi sbarrati” nel caso qualcuno voglia mettervi alla prova invitandovi a “fikare ” Ah ah !!!

img_5227Voi cosa ne pensate? Quale di queste tendenze preferite? Come sempre mi interessa conscere il vostro parere anche se non condividete nessuna di queste tendenze.

CREDITS:<
ideo: Ikea http://www.ikea.com/gb/en/ikea/ikea-live-lagom/

Foto casa stile scandinavo: home-character/COCO LAPINE http://cocolapinedesign.com/2017/04/02/bright-

Guida illustrata What is FIKA da Travels of Adam  https://travelsofadam.com/2016/06/sweden-travel/

Tutte le altre immagini sono mie.
;

LINEA GILTIG DA IKEA

201632_thle01a_01_PH131923
Se riesce a catturare gli sguardi, un solo oggetto può trasformare una stanza. Con questo obiettivo in mente, IKEA e Katie Eary hanno trasferito le visionarie creazioni della stilista londinese su piatti, vassoi e copripiumini. Il risultato è GILTIG, una collezione composta da tessili, articoli per la casa e per la tavola, perfetti per organizzare un folle party e sorprendere gli amici con fantasie sgargianti e inaspettate.
GILTIG sarà in vendita solo per poche settimane in primavera. Ti invitiamo a partecipare a una festa di colori!
Siete alla ricerca di qualcosa di colorato e divertente per la vostra casa?
Io sono già passata da IKEA con la mia bella lista tornando a casa con:
una tovaglia “stampa pesce”, sottobicchieri inquietanti con “occhi” abbbinati ai relativi tovaglioli ed una tazza col gatto per mia mamma (che ha molto gradito).
La linea  GILTIG in edizione limitata è un inno alla gioia, colori sgargianti e figure divertenti sono declinati in oggetti di uso comune.
Qui gatti curiosi convivono con pesci maestosi o, se preferite l’ironia,”cervelli“, “occhi” e “dentiere” dal gusto vagamente macabro.
Si va dai piatti alle tazze, passando alle tovaglie ed ai canovacci.
giltig-ciotola__0447322_PH131668_S4
Gli ambienti si arricchiscono di stampe “spaventose” con cui potrete stupire i vostri ospiti.

complete_collectiongiltig-grembiule__0409853_PE570268_S4

Le amiche  ammireranno le vostre macabre “shopping bag”.
giltig-borsa__0409857_PE570269_S4
Anche la biancheria da letto si riveste di colori
giltig_red2
 IKEA GILTIG
 Tra le molte proposte vi segnalo i “trofei” colorati Trendy di cui ho già parlato QUI ed anche QUI.
giltig-decorazione-da-parete-colori-vari__0409934_PE570256_S4
La moda incontra l’home furnishing
“Possiamo imparare molto dal modo in cui gli stilisti lavorano con colori, stampe, motivi e forme. Devono costantemente reinventare se stessi e i loro prodotti, e sono abituati ad anticipare le nuove tendenze in fatto di stili e cromie.”
Henrik Most – Creative Leader, IKEA of Sweden

 

 

201632_thle01a_07_PH132072

 

Non vi sta venendo voglia di rinnovare casa?

Se non avessi già un’infinità di suppellettili, comprerei sicuramente tutti i piatti della serie..farebbero un figurone sulla tovaglia che ho comprato!!

 

Tutte le immagini e le citazioni trovate su:

IKEA

http://www.ikea.com/ms/it_CH/ikea-collections/giltig/index.html

 

FINALMENTE L’ALBERO DI NATALE!!!

UNCONVENTIONAL CHRISTMAS

 

 

 

 

Seletti dinnerware
80 CHF – ahalife.com

Bormioli Rocco purple dinnerware
3.43 CHF – zulily.com

Ceramic home decor
62 CHF – etsy.com

Kurt Adler mermaid home decor
4.91 CHF – lanecrawford.com

Finalmente domenica sono riuscita ad addobbare l’albero di Natale!!! Dopo aver rottto le scatole a tutti con addobbi, idee regalo e qluant’altro, non potevo arrivare al traguardo senza l’albero.
Avevo comprato una confezione di decorazioni da Ikea per fare delle composizioni da regalare alle mie amiche ma ahimè…. ho passato un periodo talmente impegnativo da non trovare il tempo per niente.
Ogni anno mi piace cambiare così ho deciso di usare i “preziosi diamanti” che vanno per la maggiore in questo periodo, per addobbare l’albero. Sono stata fortunata a trovarne ancora molti da Ikea, probabilmente non hanno riscosso un gran successo!
In Pinterest ci sono molte idee a tal proposito ed ho pure trovato dei modelli da stampare per realizzarli da sè. Vi lascio qualche link qualora foste interessati all’argomento.
Trovati sul sito: http://www.minieco.co.uk

 

WORKSHOP SULLA CAMERA DA IKEA

idee di condivisione della camera da letto per coppie, riduzione di luci e rumori__201541_idsl08a_01_thumb

Quando varco la porta scorrevole di IKEA mi sembra di entrare in un mondo a parte, un paese del Bengodi per chi, come me, è appassionata di arredamento.

Mi aggiro tra ambienti armoniosi, prendo appunti, volo con la fantasia e mi lascio tentare da complementi di arredo che a casa mia, ahimè, non fanno la stessa figura.. AHAHA!!!

Quando ho ricevuto la newsletter riguardante un workshop sull organizzazione della camera da letto non ho esitato e mi sono iscritta coinvolgendo le mie amiche che, bontà loro, assecondano le mie follie del momento (GRAZIE RAGAZZE)!!!!!

Vi passo alcuni consigli che spero possano interessarvi.

Per cominciare è importante sapere quali esigenze abbiamo per il nostro “rifugio”, ovvero: ci serve solo per dormire, per studiare e leggere, per guardare la tele, comprendente un angolo ufficio ecc…

La dimensione della camera che può essere immensa o nel caso di monolocali, integrata nel salotto.

.È importante creare un ambiente raccolto che ci faccia sentire avvolti ed al sicuro, quindi  gli spazi grandi possono diventare accoglienti con l’uso di una semplice tenda che sfiora il pavimento e separa otticamente. Per quelli piccoli i letti con contenitori integrati o un pouf contenitore, sono degli ottimi  alleati salva spazio.

Se non c’è spazio per i classici comodini è possibile creare dei punti di appoggio con dei pensili appesi sopra la testiera del letto.

È molto importante il nostro gusto personale in fatto di stile: romantico, rustico, moderno, industriale… cui seguono i colori che più li rispecchiano.

Tra i diversi modi per dare colore e personalità,  si possono tingere le pareti, scegliere mobili di diverse gradazioni oppure, mantenendo le pareti bianche o neutre si possono aggiungere i tessili, siano essi tende, copriletti, coperte o biancheria da letto, in modo da poterli cambiare con facilità senza “svenarci”.

Per ogni stagione le necessità sono diverse: in primavera ed estate si privilegiano le tinte chiare e fresche mentre in autunno ed inverno i colori caldi sono i più indicati

L’illuminazione in una camera da letto dovrebbe essere soffusa e mai troppo invadente, se necessario possiamo aggiungere delle lampade da comodino o appese a parete in modo da poter avere la necessaria illuminazione per la lettura.

Accessori come decorazioni, poster e candele non hanno un prezzo molto alto e creano atmosfera.

Non mi resta che augurarvi dolci e rilassanti momenti vissuti nella vostra camera!

Ringrazio #IkeaGrancia e la gentilissima Giorgia per questa opportunità.

VI RICORDATE IL VECCHIO E POLVEROSO MACRAME???

Non so se anche voi da ragazzine avete avuto il piacere di dover imparare il “palloso macramè”. Io l’ho talmente odiato che il pensiero di rimetterci le mani mi faceva accapponare la pelle!!

In giro ho trovato questi deliziosi portavasi che mi hanno fatto cambiare idea e mi sono lanciata nell’impresa di fotografare ogni immagine e modificarla con PHONTO per testimoniare quanto questa tecnica eseguita con colori moderni e senza eccessivi annodamenti potesse essere un’idea creativa e moderna.

IMG_1021
Occorrente portavaso macramè

.

1. Per decidere la lunghezza de i fili bisogna calcolare la misura delle frange in fondo, il raggio del vaso, la sua altezza ed aggiungere la lunghezza desiderata fino all’anello di congiunzione ed in seguito la lunghezza totale, il tutto con qualche centimetro in più. Per questo modello io ho usato circa 80 cm. Servono 10 fili uguali.

2. Con tutti i fili appaiati partiamo con il primo nodo che formerà la frangia.

3. Per la base del vaso basta trovare il raggio (questo è di 4.5 cm.)

4. Realizzare 5 nodi prendendo due fili alla volta alla stessa distanza.

5. Il mio consiglio è di lasciarli morbidi e di stringerli tutti insieme controllando le misure.

IMG_1038

6. Qui bisogna disporre le coppie e formare una “V”, la parte esterna destra  di una coppia deve essere annodata a quella sinistra della successiva. Questo serve a creare la parte centrale del vaso, qui ho calcolato circa 4.5 cm.

So che sembra complicato ma questo è uno di quei casi: più facile a farsi che a dirsi..

Con questo scambio di coppie potremmo continuare all’infinito ma, tranquille, ne bastano due!!! Siamo arrivati alla sommità del vaso.

FHIUHHHH!!!!

7. Ora vestiamo il vaso cercando di tenere il primo nodo al centro della base per poi sistemare tutto il resto.

8. Basta tirare un po’ qua e un po’ là e tutto dovrebbe andare a posto.

9. Una volta sistemato tutto il “bataclan” basta prendere tutti i fili insieme ed annodarli.

10. Dopo aver deciso la lunghezza desiderata è giunto il momento di fissare i fili all’anello. Io li ho annodati a coppie.

11. Per sicurezza ho fatto 3 ulteriori nodi in modo da affrancare i tutto prima di tagliare i fili in eccesso.

IMG_1044

12. Per concludere manca solo il nostro “spinoso” amico cactus!!! Mi raccomando: cautela….PUNGEEEEEEEEE!!!!!!