NATURA

È tornato l’autunno è con esso il piacere delle passeggiate domenicali.

Visto che non mi ritengo una brava scrittrice, lascerò a Jean-Jacques Rousseau il compito di descrivere la meraviglia della natura.

Io mi accontento di condividere alcune immagini scattate oggi.

Sono convinta che ogni cosa cambi aspetto a dipendenza del punto di vista da cui la si guarda.

È così che un piccolo laghetto di captazione si trasforma se visto attraverso delle foglie dai primi colori autunnali.

Un arbusto all’apparenza anonimo, solo da vicino svela le gocce di pioggia che ha catturato.

I riflessi sull’acqua raddoppiano il cielo e tutto quanto sta in superficie mentre delle piante cresciute sott’acqua creano uno scenario magico.

Buona settimana ed un felice inizio ottobre.

Tiziana ❤️

UNA PIACEVOLE SORPRESA

Questa volta vorrei condividere con voi alcune immagini di una bellissima località svizzera.

Situata nei pressi di Berna (la capitale della nostra nazione) Thun è una deliziosa cittadina affacciata sull'omonima lago e attraversata dal fiume Aare.

Non volendo dilungarmi nelle spiegazioni storiche vi lascio questo "slide show" convinta che le immagini valgano più di mille parole.
Buon weekend 

❤️ Tiziana

TORTA DI PANE TICINESE 

La torta di pane è un dolce tipico del Ticino e delle valli Mesolcina e Calanca ( Moesa) che appartengono al grigioni italiano, è presente anche in lombardia nella zona compresa tra la provincia a nord di Milano e il lago di Lecco-Como.

Mia nonna la preparava sempre per la festa del patrono ma non non mi piaceva molto, la sua versione era bassa, un po’ asciutta e con l’uvetta bruciacchiata . Qualche anno fa la mia amica Veronica mi ha fatto assaggiare la sua e da lì mi sono ricreduta! Questo articolo lo dedico a lei, per la sua amicizia ed il sostegno continuo che mi da! GRAZIE ❤

Ai tempi la torta di pane si preparava per riciclare i resti di pane ed era una ricetta povera, la versione che vi propongo invece ha delle aggiunte che la rendono ricca.. piuttosto ricca per la verità e pure calorica, quindi se siete a dieta fate attenzione.

 


Canton Ticino da Wikipedia:

https://goo.gl/images/gzxib0

Ho messo le due cartine per spiegarvi dove si trova la regione italofona della Svizzera. Io sono originaria del Canton Grigioni e più precisamente dalla Valle Mesolcina ma vivo in Ticino.

 

TORTA DI PANE DI VERONICA




INGREDIENTI:

  • 500gr. Pane raffermo o secco
  • 1 placca di cioccolato (100gr.)
  • 4 cucchiai da minestra di cacao
  • 100 gr. Amaretti
  • Zucchero vanigliato (1 bustina)
  • Latte qb
  • 1 sacchetto o di frutta secca
  • 1 confezione di canditi
  • Pinoli
  • Succo di limone
  • * Grappa o Maraschino (facoltativo)


PROCEDIMENTO:

Mettete il pane tagliato a pezzetti in una casseruola ed aggiungete il latte fino a ricoprirlo.

Cuocete a bassa temperatura finché il pane risulta morbido, aggiungete gli amaretti sbriciolati, la placca di cioccolato, il cacao un po’ di succo di limone e se volete qualche goccia di grappa (io ho usato un liquore allo zenzero).

Lasciate cuocere finché il cioccolato si scioglie.

Togliete la casseruola dal fuoco e con un frullatore a immersione riducete il tutto ad una crema. (se preferite potete semplicemente usare una forchetta, il risultato sarà meno omogeneo).

Aggiungete i canditi e la frutta secca ( io uso quella contenente uvette, noci, nocciole e mandorle).

Trasferite l’impasto in una pirofila foderata da carta forno e guarnite la superficie con i pinoli.


COTTURA:

Nel forno preriscaldato a 180 gradi per 1 ora – 1 ora e 1/2 in base all’altezza della torta.

Dopo questo lasso di tempo è importante lasciare la torta nel forno spento per una notte intera.

Ecco il risultato…

IMG_2718.JPG

Non mi resta che augurarvi BUON APPETITO!!!

 

IMG_2720

 

Sperando vi sia piaciuta la ricetta vi mando un grande abbraccio.

Oltre alla mia amica Veronica una dedica speciale a MARZIA e a GISELLA a cui avevo promesso la ricetta.

 

Tiziana ❤

GLAMPING

Cos’è il GLAMPING? Sono certa che molti di voi penserenno “Ecco, arriva lei con le sue novità” ebbene si, avete ragione, mi diverto un sacco a scoprire nuove tendenze e condividerle con voi ❤

img_3356

È un modo nuovo di intendere la vacanza a contatto con la natura, né campeggio né hotel, il fenomeno per il futuro sembra essere proprio questo.

Il Glamping offfre delle sistemazioni diverse dal solito, potrete pernottare in un airstream( Camper cromato dotato di ogni Confort) sulle spiaggie Caliorniane oppure trascorrere una notte in una Yurta (tenda mongola) nella natura australiana. Troppo distante per voi? Non ci sono problemi, in Italia vi aspetta una casa sull’alberoed in Svizzera un Pod (Igloo)in montagna. Se siete attratti dal deserto, potreste passare una vacanza in una tenda berbera con tutti i comfort e se siete ispirati dalla Provenza sappiate che ad Allauch ci sono delle bolle trasparenti che vi consentiranno di ammirare le stelle comodamente sdraiati nel letto.

Glamping-Florida

Airstream in California https://beachblissliving.com/beach-glamping/

glamping-milesendglamping-dome-margaret-riverglamping-wildgoosecamping-insidetent-margaret-river

Wild Goose Glamping Margaret River Australia Occidentale

https://www.margaretriver.com/stories-the-great-outdoors-welcome-to-the-wonderful-world-of-glamping/

003x-a6954cb47f0001-577ac049ac0004a-6923ea7b14

La Piantata vicino al lago di Bolsena (Italia)  http://www.lapiantata.it/Case-sull-albero/la-casa-sull-albero-black-cabin.html

Easyslider_small_0002_inside_deluxe_side_red_fireEasyslider_small_0001_inside_side_deluxe_greyEasyslider_small_0000_Inside_Cosy_side

The WHITEPOD Les <glootes Valais https://youtu.be/5-QLvNF0U0E

 Thw Whitepod Vallese Svizzera

05705079

Scarabeo Camp Marocco http://www.scarabeocamp.com/fr/stone-camp

1-attrap-reves

`attrap-rêves Allauch Provenza http://www.attrap-reves.com/en/unusual-accomodation-ipt/?c4-sleep-in-a-bubble-ATTRAP-R%C3%8AVES-ALLAUCH


Ho creato dei set in Polyvore ispirandomi al tema e immaginando degli stili diversi, a voi la scelta dell’atmosfera che più vi ispira, io vi aspetterò per darvi il benvenuto

  1. Una tenda in mezzo al bosco allestita con materiali naturali e corredata da un abbigliamento femminile e comodo.
  2. Uno spazio per l’anima di ispirazione “Boho” per riflettere in solitudine sull’essenza della vita.
  3. Glamping in chiave “Pop” con colori vivaci e materiali moderni, ideale pertrascorrere momenti spensierati con le amiche.
  4. Un ambiente bianco e nero ultra chic, per un tête-à-tête all’insegna del lusso.

In attesa di incontrarvi nel nostro glamping virtuale vi auguro buon weekend.

P.s sono curiosa di sapere qual’è il vostro preferito.

❤ Tiziana

Immagine di coperina http://www.californiahomedesign.com/inspiration/glamping-wilderness/slide/8225

APPENZELLO INTERNO

Quest’anno abbiamo ripristinato la “vecchia consuetudine” di  visitare una parte della Svizzera.

Sebbene la nostra nazione sia molto piccola è sorprendente quanto ogni cantone abbia il suo fascino e la sua individualità.

APPENZELLO INTERNO si trova a nord est della Svizzera, vicino al Principato del Liechtenstein, all’Austria ed al Bodensee (lago di Costanza).

 

 

 

Tempo fa su Pinterest avevo salvato le immagini di un posto meraviglioso presente in molte liste dei siti  più particolari al mondo..quelli per intenderci, che meritano una visita almeno una volta nella vita.

Quando ho scoperto che si trovava in Appenzello ho deciso che era giunto il momento di scoprirlo dal vivo.

Berggasthaus Äscher è una locanda alpina dotata di camere e ristorante. vale la pena prenotare in anticipo perchè rimane aperto solo da maggio a novembre e la lista d’attesa è molto lunga.

Penso che le immagini parlino da sè, si rimane senza fiato quando svoltato l’angolo dinnanzi ai nostri occhi si staglia questa costruzione che sembra inglobata in una roccia a strpiombo.

 

 

WASSERAUNEN – EBENALP – WILDKIRCHLI – ÄSCHER – SEEALPSEE – WASSERAUNEN

 

Siamo saliti con la funivia da Wasseraunen (818m.) fino ad Ebenalp (1644m.) da cui si gode una vista a 360 gradi sule zone circostanti.

 

 

SAMSUNG CAMERA PICTURES

 

Per arrivare al Gasthaus abbiamo percorso un ripido sentiero, attraversando una grotta che fungeva da rifugio per viandanti. Una volta usciti attraverso i raggi del sole appare uno chalet  ricostruito fedelmente, al cui interno vi è una serie di cartelli esplicativi.

 

 

SAMSUNG CAMERA PICTURES

 

SAMSUNG CAMERA PICTURES

 

 

Proseguendo si arriva a Wildkirchli una chiesetta rossa incastonata nella roccia.

 

img_5296

 

…ed ecco che, come per magia, dopo una curva appare questa meraviglia che lascia letteralmente senza fiato!!!

 

 

SAMSUNG CAMERA PICTURES

 

 

Il sentiero non è lunghissimo ma è molto in pendenza, vale la pena calzare scarpe profilate per rimanere aderenti al terreno.

Noi abbiamo fatto il giro completo arrivando un po’ sopra la partenza della funivia ma si può anche tornare ripercorrendo il cammino a ritroso.

 

SAMSUNG CAMERA PICTURES

 

Visto che mio marito voleva vedere il laghetto Seealpsee, dopo aver pranzato in vetta siamo ridiscesi dallo stesso sentiero del mattino (ripassando davanti ad Äscher) per poi lanciarci, è proprio il caso di dirlo, nell’ardua discesa che ci ha riportato a valle.

Se non siete degli abili (o inconsapevolmente folli )  camminatori è meglio scendere con la teleferica.

Il percorso oltre ad essere ripidissimo e con una serie infinita di tornanti si snoda in gran parte su pietre umide, per cui in molti punti bisogna attaccarsi a corrimani metallici per non rischiare di rotolare.

Chiunque fosse interessato a emulare l’impresa è bene che si equipaggi con scarponcini comodi e avendoli, di bastoni da montagna. Ho visto cose che voi umani…. Gente che si aggirava con scarpette da ginnastica o addiritura “AllStar”..

 

 

SAMSUNG CAMERA PICTURES

SAMSUNG CAMERA PICTURES

SAMSUNG CAMERA PICTURES
Laghetto Seealpsee

 

Finalmente siamo tornati nel nostro Hotel dove abbiamo lasciato riposare le gambe affaticate.

 

img_5191img_5236img_5237img_5194img_5195

img_5176
HOTEL BÄREN a Gonten, con il caratteristico “Bieberli” un dolce con ripieno di mandorle

 

Il paesaggio circostante è magico, essendo un altipiano non ci sono montagne che incombono e lo sguarda può spaziare a 360 gradi, sono rimasta rapita dal verde e dalle sparute casette sulle colline sembrano disegnate da un artista naïf.

 

 

 

La cittadina di Appenzello merita una visita per le caratteristiche case decorate e per la piazza dove viene ancora perpetuata la tradizione della Landsgemeinde, quest’ultima presente solo qui e nel Canton Glarona, esempio di democrazia diretta dove le decisioni vengono prese per alzata di mano.

 

 

 

Ho passato tre splendidi giorni con la convinzione che la mia piccola Svizzera non finirà mai di stupirmi!

Spero di avervi incuriositi e se vorrete visitare un angolo di paradiso sono certa che l’Appenzello non vi deluderà.

 

Un abbraccio Tiziana ❤

 

Mappa da: Informagiovani italia

http://www.informagiovani-italia.com/Mappa_Svizzera.htm

IN SVIZZERA NON ABBIAMO IL MARE…

…però abbiamo i laghi. Il posto che mi piace di più è il Lido di Ascona sul lago Verbano. Qui ci si sente in vacanza ed ognuno può trovare il suo angolo di paradiso. Il bar più carino si trova in riva al lago ed è circondato da un canneto, con un po’ di fantasia sembra di essere su un’isola selvaggia.

IMG_1182

È vero, lo iodio nell’aria e l’acqua salata non ci sono, ma poter partire la mattina senza dover preparare valigie e raggiungere la destinazione in una mezzoretta può essere una valida alternativa. Volendo dopo le 21, quando la spiaggia si svuota, ci si può fermare nel ristorante principale per un aperitivo o una cena.